sabato 14 febbraio 2015

Si fa presto a dire mercatini

Nel suo “Breve tour guidato (e non noioso) attorno al concetto di cultura” Annamaria Testa definisce “cultura” anche l’identità, capacità, progetto, immaginario, memoria del passato e proiezione del futuro, evoluzione, orgoglio, senso di se e mille altre cose.

Tra le mille altre cose che fanno la cultura dei popoli io metto il Balùn, Portaportese, Portobello Road, Le Marchè aux Puces, il Gran Bazar. L’Unesco mette i Bouquinistes di Parigi.

Adoro i mercati e mercatini di qualunque genere, dell’antiquariato, dei fiori, di natale, della frutta (trovate qui uno dei più famosi di tutti i tempi), rionali, permanenti. Sono attratta da questo Paese dei Balocchi in cui smarrirsi seguendo quel filo invisibile che parte da noi, dall'immaginario, memoria, proiezione del futuro e mille altre cose

Come si può resistere al tocco d’antan dei tessuti vintage, degli oggetti d’epoca (scatole di latta, specchi, vecchie insegne, targhe, valigie, bauli) o decorativi (disegni, foto, poster, incisioni), dei mobili di recupero (persiane, sedie, tavoli, credenze, piattaie), delle intramontabili trouvailles e delle mille altre cose

Che poi i mercatini siano anche il veicolo giusto per dotare di atmosfera e calore quel puro, elegante, essenziale e inafferrabile stile scandinavo che tanto amiamo è solo, incidentalmente, un dettaglio.

E allora ovunque siate, in qualunque posto del mondo, attraversate l’ingresso ingombro e impolverato di un Brocante e fate finta, come me, di dover arredare una casa di campagna in Piccardia J.

Foto: mercati e mercatini dal mondo. Amsterdam, Budapest, Parigi, Arezzo (Fiera dell’Antiquariato), Roma, Barcellona. Buon tour J.
Mercato dei fori - Amsterdam

Mercatini di Natale - Budapest
Mercatini di Natale - Budapest


Mercatini di Natale - Budapest

Mercatini di Natale - Budapest

Parigi - Mercatino di place Louis Lepine

Parigi -  Bouquinistes

Allestimento a Floracult

Arezzo - Mercatino

Arezzo - Mercatino

Arezzo - Mercatino
Barcellona - Mercato della frutta


Follow my blog with Bloglovin