giovedì 30 aprile 2015

10 domande. Più una: cosa succede al crociato in caso di avvitamento?

L’ultima volta che ho ricevuto un premio è stato nel 2012 quando la mia squadra di calcetto è arrivata prima in un torneo misto. A dire il vero non sono riuscita a giocare la finale perché in uno degli ultimi allenamenti, nel tentativo di intercettare il pallone in area, mi sono attorcigliata su me stessa con tutto il corpo tranne il ginocchio (che invece è rimasto fermo) e sono finita al pronto soccorso saltellando appoggiata ad un tronco, reduce da qualche gita in montagna, recuperato nel cofano della macchina. Diagnosi: lesione del crociato, fasciatura e immobilità per una quindicina di giorni. 
La parte più divertente è stata spiegare a medici, infermieri, colleghi, amici e parenti la dinamica dell’incidente e sentirsi rispondere con tono ammirato: ah! Come Totti! Ah! Come Ronaldo! J

Nei giorni scorsi ho ricevuto invece la gradita sorpresa di essere nominata per il Liebster Award.


Il Liebster Award è un riconoscimento che i blogger conferiscono ad altri blogger con un numero di followers inferiore ai 200-300, serve per farsi conoscere, dovrebbe provocare meno danni di un torneo misto di calcetto e le regole sono meno complicate di un fuorigioco: ringraziare il blog che ti ha nominato, rispondere alle 10 domande proposte, nominare altri 10 blog e comunicare la nomina ai prescelti.

Per la designazione ringrazio di cuore Michela Richiero http://nnuulloo.blogspot.it/2015/04/liebster-award-discover-new-blogs.html ma confesso la sua stessa difficoltà: la maggior parte dei Blog che conosco o seguo ha un numero di followers maggiore di 200-300 per cui la mia lista si limita a cinque nomination.

http://www.indieinterior.com
http://www.cusciniecactus.com 
http://www.comesoloacasa.it
http://www.groovyelisa.it
http://www.retroanddesign.it

E veniamo alle domande che propongo a mia volta alle blogger nominate.

1. Perché hai aperto un blog? Ho provato a dirlo qui quasi un anno fa, nel frattempo molte cose belle sono successe ma l’idea iniziale è rimasta immutata: La Kasa Imperfetta è un luogo di ispirazione e condivisione
2. Ci parli un po’ delle tue passioni? Molte sono facilmente immaginabili dalle parole di questo blog. Aggiungo la mia grandissima passione per le torte di mele e il tiramisù di mia sorellaJ
3. Quanto pensi che i commenti e le interazioni siano utili per un blogger e in che modo? Commenti e interazioni sono linfa vitale per un blog.  Diceva bene George Bernard Shaw: se tu mi dai una mela e io ti do una mela, entrambi restiamo con una mela. Ma se io ti do un’idea e tu mi dai un’idea, entrambi avremo due idee.
4. Di cosa parli nel blog? Di case nel cinema, nella letteratura, nella pittura, di case vere o di fantasia, del verde in tutte le sue forme. E naturalmente di storytelling.
5. Hai creato un rapporto di amicizia con altri blogger? Vi siete mai conosciuti personalmente?  Ho conosciuto una delle mie muse, Luisa Carrada, durante il convegno sul content marketing Ccome15J
6. Come immagini il tuo blog tra due anni? Vorresti vederlo crescere/cambiare e in che modo? Difficile dirlo, per ora cerco di “nutrire il bambino”  e incrementare l' audience. 
7. La cosa che sai fare meglio? Pianificare.
8. Quanto tempo dedichi al tuo blog? Tutto quello che posso, per approfondire, studiare, migliorare.
9. Come nascono i tuoi post? Da un articolo, un libro, una parola, un viaggio, una mostra, un post su un social, una nomination J. In questi giorni per esempio sto elucubrando sul colore blu e sul braccialetto ceruleo del maestro acquerellista Raffaele Ciccaleni
10. Un saluto a chi legge? Stay tuned! J


Follow my blog with Bloglovin