domenica 14 giugno 2015

Appendice… Se una mattina come un’altra una mail con uno strano oggetto

Ecco!
L'oggetto. Punto esclamativo compreso.

Conosco è ovvio il mittente che, occasionalmente e “on demand”, produce approfondimenti per il Blog di cui colei che ne rivendica la paternità (cioè io, oppure dovrei dire maternità? Bon, magari chiedo a Umberto Eco) si lagna: periodi troppo lunghi, frasi chilometriche che bisogna editare e “potare” ecc. Senza contare l'eventuale foto: non rende l'idea, ci vorrebbe qualcosa di più…di meno… ma com'è possibile che non abbiamo (notare il plurale maiestatis) foto recenti di un mercato della frutta galleggiante?? 

Un inferno. 

Quell’ Ecco! perentorio mi convince tuttavia ad aprire la busta velocemente.

Comincia con Van Gogh non giocava a dadi e il resto lo trovate qui.

Parafrasando la felice campagna di Ikea Temporay, because we’re curious. Are YouJ



Follow my blog with Bloglovin