mercoledì 11 novembre 2015

Le increspature del Design

Per qualche anno sono passata, almeno una volta al mese, dalle parti del monte dei Cocci diretta verso la Stazione Trastevere. Uno dei Clienti che seguivo aveva la sede centrale in quella zona in un bel palazzo tranquillo alla fine di una strada senza uscita.

Attraversavo il Tevere dal Ponte Testaccio, cercavo parcheggio e mi incamminavo velocemente, la mente occupata dall'incontro imminente (le persone da incontrare, l’elenco delle cose da discutere). 

Gli ultimi metri la strada era un po’ in salita e poco prima di girare l’angolo e affacciarsi alla reception, c’era una palazzina interamente occupata al piano terra da un negozio di arredamento, uno di quelli di costoso design. L’allestimento del bagno, per capirci, conteneva vasche a idromassaggio dimensionate per accogliere famiglie di elefanti, rubinetterie che formavano piccole cascate, pavimenti rivestiti di ciottoli del mar Morto raccolti a uno a uno da manodopera locale, che aveva diligentemente scartato tutti quelli che mal si accordavano con i colori della carta igienica. 

Faceva capolino, in vetrina, un oggetto del desiderio disponibile in due versioni, da cui ero irrimediabilmente attratta ma che pur non avrei saputo che farmene, anche se aveva la stessa valenza evocativa della finestra della cucina da trasformare in bovindo per piazzarci il tavolo della colazione.

Lo guardavo indugiando sui materiali, sulla lucentezza, sulla fattura, finché una mattina mi fermo, entro in negozio, chiedo il prezzo e scopro che era inutilmente abbordabile: uno sgabello in alluminio stropicciato a mano (con struttura interna in legno massello) non poteva trovare posto nella mia casa.
Sgabello in alluminio stropicciato a mano

In verità non so quanto gli oggetti in metallo stropicciato, da qualche anno sul mercato, abbiano raggiunto fama e notorietà. Ho l’impressione che si tratti ancora di prodotti di nicchia, anche perché la lavorazione artigianale non ne fa un “design accessibile”.

Del design “stropicciato” mi piace l’idea che per ottenere increspature e pieghe sia necessario possedere un’arte antica: quella di forgiare i metalli e allo stesso tempo sforzarsi di superare il limite funzionale e volare con la fantasia. 

Un po’ come questi aeroplanini in alluminio spiegazzati. 
Blue&Joy

Li crea la coppia di artisti Blue&Joy.


Di sgabelli abbiamo parlato anche qui
Per approfondimenti:

Follow my blog with Bloglovin