giovedì 1 ottobre 2015

Il labirinto di bambù e altre storie

Nel film Shining, sceneggiato da un romanzo di Stephen King, Kubrick introduce un elemento che non è presente nel libro: il labirinto.



Nella finzione cinematografica il labirinto simboleggia la mente del protagonista che sembra aver smarrito il filo di Arianna e la propria volontà razionale.

Il labirinto, con la sua simbologia e la sua intricata struttura che ricorda le impenetrabili circonvoluzioni del cervello, rinvia così inevitabilmente ai grovigli della psiche, ai mostri inquietanti che si nascondono al suo interno, agli enigmi che celano verità terribili e spaventose.” (Salvatore Campo,  Shining, Borges e il labirinto 2/2).

Ma il video racconta anche un’altra storia: quella del Labirinto della Masone, il parco culturale progettato da Franco Maria Ricci nella sua tenuta a Fontanellato, nei pressi di Parma, con gli architetti Pier Carlo Bontempi e Davide Dutto. Un dedalo che copre sette ettari di terreno, realizzato interamente con piante di bambù di specie diverse. 

Al centro, una piazza di duemila metri quadrati contornata da porticati e ampi saloni è pronta per ospitare manifestazioni ed eventi culturali mentre una cappella a forma piramidale ci ricorda che percorrere un labirinto è camminare nella transitorietà della vita umana verso la fede salvifica, senza perdersi nei meandri della perdizione e senza cedere alla tentazione del male.

Da sempre il labirinto parla della rischiosa complessità del mondo, di vita, di morte, di bene e male, di perdizione e redenzione; parla anche di solitudine, di angosce e paure, di misteri occulti e segreti gelosamente custoditi.” (Iliana Borrillo, Il labirinto come simbolo del viaggio entro e oltre il limite).

La scelta del bambù, dovuta alla passione del proprietario per questa pianta, finisce per avere un singolare effetto: il fogliame nasconde completamente la planimetria del labirinto, anche dalla visuale dalla terrazza. Si sale fino in cima muniti di obiettivi e armati di pregiudizio, pronti ad abbracciarne con lo sguardo il disegno, ad immortalarne l’immagine “globale” nel tentativo, ancora una volta, di riconciliare il limite e l’illimitato rappresentando l’infinito nello spazio finito di una foto o di una mappa. 

E invece… 
Parma, Labirinto della Masone

Il video iniziale di questo post racconta dunque di un labirinto nell’accezione moderna del termine, svuotato di significati simbolici (l’illusione di sospendere il tempo, il potere dell’uomo di domare il caos e dominare la natura, …) e in cui si entra pagando un biglietto d’ingresso, accompagnati da una mappa e con un numero da chiamare in caso di smarrimento; un luogo di svago e divertimento il cui percorso tuttavia non si compie uscendo ma continua all’infinito, nei collegamenti successivi, nelle parole scritte e affidate all’ultimo labirinto, quello del terzo tipoParole che troveranno un filo, ma non di Arianna, parole nomadi in sentieri erratici che si incrociano, si sovrappongono, si superano, si biforcano, si avvicinano, si allontanano senza compiutezza, girano a vuoto verso vicoli ciechi, vagano in mondi infiniti fuori e dentro di noi, in quell’ intrigo che supera il confine fisico della natura e riesce finalmente a realizzare la propria immortalità, fuori dal tempo. 

Dopo il labirinto classico unicursale che si srotola dall’ingresso al centro, e il labirinto manieristico o Irrweg, ricco di scelte alternative e vicoli ciechi,  il labirinto di terzo tipo è una rete, in cui ogni punto può essere connesso con qualsiasi altro punto. Una rete non può essere srotolata. […] estensibile all’infinito non ha né esterno, né interno. Poiché ogni suo punto può essere connesso con qualsiasi altro punto, e il processo di connessione è anche un processo continuo di correzione delle connessioni, la sua struttura sarebbe sempre diversa da quella che era un istante prima, e ogni volta si potrebbe percorrerla secondo linee diverse." (Umberto Eco, Dall’albero al labirinto. Studi storici sul segno e l’interpretazione.  Milano: Bompani, 2007). 
Parma, Labirinto della Masone

Parma, Labirinto della Masone

Parma, Labirinto della Masone

Parma, Labirinto della Masone

Parma, Labirinto della Masone

Parma, Labirinto della Masone


Approfondimenti:

Follow my blog with Bloglovin